Alternative all’università: ecco le esperienze che puoi intraprendere

Alternative all'università: ecco i percorsi che puoi intraprendere

In questo articolo vorrei parlare di un argomento che mi sta particolarmente a cuore, ovvero le alternative all’università. Sempre più spesso vedo ragazzi che si fiondano sulla prima facoltà che trovano senza nemmeno porsi delle domande, senza nemmeno pensare alle altre possibilità.

Quando mi iscrissi all’università vidi un post su Facebook di un ragazzo che chiedeva quali fossero le facoltà non a numero chiuso. Gli risposero che lingue era a numero aperto. Qualche mese dopo me lo ritrovai in classe. Il suo criterio di scelta è stato il numero aperto!

Io in primis ho commesso degli errori, mi sono catapultata sulla facoltà che pensavo facesse per me senza nemmeno pensarci due volte. Ad ogni modo non credo di poter dire “se solo potessi tornare indietro”. La verità è che ho capito che quella non era la mia strada solo percorrendola. Nel male poi mi è andata bene, studiando lingue non mi sono specializzata molto e ho acquisito competenze che posso “rigiocarmi”.

Dunque, esistono delle alternative all’università. Si tratta di alternative che consiglio calorosamente a chi non ha un’idea chiara di cosa fare, oltre che a quelli che sanno già di non voler intraprendere il percorso universitario. Quello che voglio proporvi sono dei metodi per formarsi meno convenzionali.

Stage

Ci sono molte possibilità di fare stage in aziende, spesso tramite progetti finanziati con fondi europei. Prova ad informarti sulle possibilità attive nella tua regione.

Se non hai le idee chiare cambia diversi lavori, sperimenta ambienti diversi e mansioni diverse. Il peggio che può succedere è scoprire cosa non vuoi assolutamente fare nella vita. È un grande passo avanti.

Crea qualcosa di tuo

Okay, aprire un proprio business non è esattamente la cosa più semplice da fare. Ci vuole tempo, voglia di mettersi in gioco e di imparare (anche da autodidatta). I punti positivi sono che imparerai sul campo strada facendo e imparerai in fretta. Se hai un’idea, un progetto a cui vorresti dare vita buttati ora. Sei giovane e di tempo per sbagliare ne hai a volontà!

Raccontati

Quando non sai cosa dire racconta le tue esperienze. Apri un blog, un canale youtube, una pagina Facebook e inizia a raccontarti. Non è necessario sapere chi sei per farlo, quello lo scoprirai strada facendo, ed è proprio a questo che ti serve raccontarti. Non sai chi sei, cosa vuoi fare e quale sarà la tua prossima mossa? Condividi i tuoi dubbi con gli altri, ci sono molte persone che si trovano nella tua stessa situazione. Nel farlo però crea un progetto e seguilo, guardalo crescere mentre tu cresci assieme a lui.

Studia

Sembra bizzarro che consigli di studiare in un articolo in cui parlo delle alternative all’università, ma studiare non è sinonimo di università! Ebbene sì, continuare a studiare è, oltre che importantissimo, anche possibile fuori dalla classe. Esistono corsi professionali, percorsi formativi all’estero (che spesso prevedono uno stage), master online e piattaforme di e-learning molto valide (qui trovi il mio articolo sui mooc). Non smettere mai di studiare e imparare!

Viaggia

Viaggiare non è solo cazzeggio e tante foto, può essere un’attività estremamene formativa, se si vuole. In questi casi però consiglierei di affrontare lunghi viaggi, magari cambiando spesso paese e soggiornando in famiglia. Solo così si può fare una vera e propria full immersion. Dai un’occhiata al mio articolo su come viaggiare quasi gratis nel mondo.

Alternative all'università: ecco i percorsi che puoi intraprendere

Bene, queste erano le mie esperienze formative e alternative all’ università!

Voi ne conoscete altre? Quali sono i percorsi non standard da intraprendere a 19 anni secondo voi?

1 comment on “Alternative all’università: ecco le esperienze che puoi intraprendere

  1. LoPsicoTaccuino

    Molto utili queste alternative! Sono perfettamente d’accordo sul fatto che non tutti debbano studiare obbligatoriamente all’università (che di sicuro è molto impegnativa!) e che almeno – se proprio vogliono farlo – devono avere le idee chiare. Purtroppo spesso questo all’inizio non si comprende, ma proprio queste alternative possono schiarire le idee… oltre a chiedere consiglio! 🙂

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *